Segnalazioni OnLine FVG

GeoSegnalazioni FVG

Impresa in un Giorno

Suap impresa in un giorno

Trasparenza

Amministrazione trasparente

Latisana per il Nord-Est

Latisana per il Nord-Est

Cinema Teatro Odeon

Nel dettaglio gli spettacoli in programma:

Programmazione
Tu sei qui:Home Page Comune Latisana»Vivere la Città»Territorio e ambiente»Latisana l’agricoltura e la viticoltura

Latisana l'agricoltura e la viticoltura

La vocazione agricola di Latisana è ben nota e risale ad antica data: addirittura, fino al secondo dopoguerra, fu mantenuta in città un'ampia area verde destinata ad ospitare il mercato settimanale e le tradizionali.

Feste e Fiere dedicate alla presentazione dei vari prodotti della terra, che richiamavano invariabilmente una grande folla di visitatori; con identico interesse e concorso popolare erano accolte le Fiere Zootecniche organizzate nel Foro Boario (appositamente realizzato lungo viale Palmanova).

Fra le numerose produzioni agricole e frutticole per le quali Latisana è ancora oggi rinomata, la più famosa è probabilmente quella vinicola, protetta dal 1975 dalla Denominazione di Origine Controllata "Friuli Latisana" (immediatamente successiva all'attribuzione della D.O.C. è stata la costituzione di un Consorzio Volontario di Tutela, nel 1976).

L'area di produzione dei Vini D.O.C. Friuli Latisana si estende nella fascia meridionale della provincia di Udine e comprende i territori dei Comuni di Castions di Strada, Lignano Sabbiadoro, Morsano al Tagliamento, Muzzana del Turgnano, Palazzolo dello Stella, Pocenia, Precenicco, Rivignano, Ronchis,Teor, Varmo e, naturalmente, Latisana: si tratta di una lunga e stretta fascia di terra che parte dalle coste del litorale adriatico e si inoltra nell'entroterra per circa una trentina di chilometri ed è prevalentemente costituita da terreni argillosi, limo e sabbia trasportati qui dai fiumi Tagliamento e Stella.

La prossimità del mare influisce sul clima, determinando il particolare profumo e sapore delle uve. I vini prodotti sono bianchi (di tenue colore paglierino e di gradevole morbidezza caratteristici e delicati, che vanno consumati giovani per coglierne appieno la fragranza ed il bouquet che li distinguono), derivati dai vitigni Tocai e Verduzzo friulano, Pinot bianco e Pinot grigio, rossi (d'un bel colore brillante e di rotonda corposità, con personalità e sapore che ne consentono l'invecchiamento), dai vitigni Cabernet franc e Sauvignon, Merlot e Refosco dal peduncolo rosso; inoltre la zona produce anche uno splendido Rosato, il vino Novello, gli Spumanti ed i Frizzanti.